Monthly Archives: ottobre 2013

Municipio dei Beni Comuni / sgombero ex colorificio di Pisa / documenti e video

Painting Europe – Prima giornata
Il Municipio dei Beni Comuni sbarca al Consiglio d’Europa
Verso il #16Nov #fiumeinpiena #excolorificio #Pisa

4 novembre 2013

Si è aperta questa mattina (lunedì 4 novembre) la prima sessione plenaria di “Responding Together”, conferenza promossa dal Consiglio d’Europa che ha raccolto al suo interno il meglio delle iniziative dei cittadini europei volte alla riduzione della povertà, delle diseguaglianze e dello spreco di risorse umane e materiali. Il Municipio dei Beni Comuni, attraverso l’esperienza dell’ex Colorificio Liberato, è stata individuato come uno dei percorsi virtuosi, tanto da presiedere nella giornata di domani proprio il workshop dedicato ai progetti finalizzati alla riduzione dello spreco per favorire un migliore utilizzo delle risorse a disposizione dei cittadini.

Read More

Distretto di Economia Solidale Altro Tirreno: presentazione del Gruppo di Lavoro sulla Questione Animale

Presentazione del Gruppo di Lavoro sulla Questione Animale 
del DESAT
(GdL/QA)

Nell’ambito del Distretto di Economia Solidale Altro Tirreno (DESAT) è stato attivato un inedito Gruppo di Lavoro sulla Questione Animale (GdL/QA) che desidera portare l’attenzione su teorie e prassi della solidarietà verso il mondo degli animali non umani.

Il DESAT affronta e mette in rete importanti temi aventi come base comune l’economia e la solidarietà: parole entrambe interconnesse alla vita di tutti gli esseri viventi.

Read More

Rosa Luxemburg presente allo sgombero dell’ex colorificio di Pisa / di Marco Verdone

Rosa Luxemburg presente allo sgombero dell’ex colorificio di Pisa
Marco Verdone*
Pisa, 26.10.2013

Stamani, in occasione dello sgombero dell’ex colorificio liberato di Pisa, ho portato con me alcuni attrezzi da lavoro. Non sapevo come sarebbe andata e come li avrei potuti usare. Ma ho pensato a strumenti agili, semplici, efficaci, che parlassero direttamente al cuore e che andassero dritti alle questioni fondamentali. Così ho messo nello zaino una collana di parole scritte su cartoncini gialli che dalla A di Animali finiva alla P di Pace, passando da T di Terra a R di responsabilità.

Read More

Nonviolenza e non violenza / di Giuseppe Barone

Da qualche tempo cerco di prestare attenzione a come la parola “nonviolenza” viene scritta da giornalisti, studiosi, saggisti. Nella maggior parte dei casi, con la complicità dei programmi di correzione automatica dei computer evidentemente poco interessati all’opera di Gandhi e Capitini, viene spezzata in due parti: non violenza. Altre volte, come ad attenuare il trauma della cesura, viene ricucita con un trattino: non-violenza.

Questo esercizio ortografico che, sono consapevole, a qualcuno potrà apparire poco utile, mi sembra faccia invece emergere un problema non irrilevante: ancora oggi la nonviolenza, il pensiero e la prassi della nonviolenza, risultano ai più sconosciuti, estranei. Non solo nelle chiacchiere da bar, ma anche negli scritti di autorevoli commentatori, sovente si confondono nonviolenzapacifismo e resistenza passiva: un metodo di azione che implica sempre un fare, e soprattutto un fare in un certo modo, viene spacciato per pura e semplice astensione dalla violenza.

Read More

La “Questione animale” entra nel Trattato di Biodiritto / Roma 24 ottobre 2013

diritti degli animali entrano sempre più nella giurisprudenza, nel cuore “accademico” del diritto e nelle aule dei tribunali: il 24 ottobre infatti,  presso la biblioteca del Senato a Roma, Stefano Rodotà e Luigi Lombardi Vallauri presentano “La questione animale“, il quinto volume del “Trattato di Biodiritto”, una collana dedicata alle questioni morali collegate al Diritto.

Al volume, uno dei più importanti lavori in Italia dedicati alla tutela e ai diritti degli animali, hanno contribuito, tra gli altri, diversi responsabili nazionali della LAV. “La questione animale”, edito da Giuffrè, è curato da Silvana Castignone e Luigi Lombardi Vallauri.

L’appuntamento è dalle 15 alle ore 19, presso la Biblioteca del Senato “Giovanni Spadolini” Sala degli Atti parlamentari Piazza della Minerva 38 – Roma

Scopri il programma del Convegno e consulta l’indice del quinto volume del Trattato di Biodiritto

Il mio Thoreau: cosa resta oggi della disobbedienza civile? / Roma, sabato 26 ottobre 2013

Sabato 26 ottobre, a Roma, presso la Città dell’Altra Economia (ex mattatoio – zona Testaccio), il Coordinamento Antispecista presenterà la prima di una serie di iniziative volte a individuare tattiche e strategie per realizzare una società aspecista ed etico-solidale nel segno del rispetto di tutti gli esseri viventi, umani e non umani.

Read More

Capitini e gli Animali / di Annamaria Manzoni

Scritto da   per il Festival della Nonviolenza, dedicato ad Aldo Capitini, filosofo della nonviolenza, vegetariano, cofondatore della Società Vegetariana Italiana. www.festivalnonviolenza.it


“Il vegetarianesimo è in stretto rapporto con i problemi morali e religiosi, ed anzitutto con il problema dei fini e dei mezzi.”

(Da “Aspetti dell’educazione alla non violenza”)*

Aldo Capitini diventò vegetariano nel 1932, in pieno regime fascista e mentre cominciavano a soffiare venti di guerra: non fu un caso perché la decisione era parte della sua opposizione al clima di sopraffazione in atto e a quanto si preparava ad avvenire; era infatti sua precisa convinzione che, se si fosse imparato a non uccidere gli animali, a maggiore ragione si sarebbe risparmiata l’uccisione di uomini.

Read More

Nestlè: la storia di una multinazionale da incubo

Facciamo un esempio? ci alziamo la mattina, facciamo colazione con i cheerios, magari accompagnati da una tazza di caffè (naturalmenteNescafè) o del buon latte Latière e un bel bicchiere di San Pellegrino. A pranzo una bella pasta Buitoni, un bel gelatino Motta, per digerire facciamo sport, giusto per rimanere in forma, allora perche non usare un PowerBan? E la sera? Ma sì, dedichiamoci a bimbi, diamogli un bel Fruttolo, cosi non fanno i capricci, e ai nostri amici animali un bel Friskies e poi a nanna. E domani non abbiate paura, a voi ci penserà ancora la Nestlè, con prodotti diversi ovviamente, mica hanno solo questi. Infatti al momento la multinazionale Svizzera puo’ vantare un ventaglio di 189 grandi marchi, mica poco. Ma sotto questa egemonia, come ogni storia che si rispetti, c’è sempre qualcosa da analizzare e scoprire, e come San Tommaso noi siamo pronti ad analizzare la ricetta di tale successo.

I 10 ingredienti più tossici presenti nel settore alimentare

Per la durata e la conservazione dei cibi industriali generalmente vengono utilizzati conservanti e agenti sintetici per ritardare e inibire la crescita di funghi e muffe. Queste sostanze però una volta liberate nel corpo privano di ossigeno le cellule rubandone le sostanze nutritive e creando un ambiente favorevole per le malattie. Continui sono gli studi che vengono effettuati a riguardo di questi argomenti.

Read More

15 film e documentari sul cibo che tutti dovrebbero vedere

Da dove arriva realmente il cibo che ogni giorno portiamo sulle nostre tavole? Come viene prodotto? Qual è l’impatto dei cibi industriali e di origine animale sulla nostra salute e sull’ambiente?

A queste fondamentali domande cercano di rispondere una serie di film e documentari dedicati allo stretto legame tra cibo, salute, inquinamento e sfruttamento dei lavoratori e delle risorse del pianeta. Ecco 15 video che tutti dovremmo vedere almeno una volta nella vita:

Read More

LA TEGOLA E LA GIRAFFA – Percorsi scientifici alla ricerca delle cause / di Marco Verdone

LA TEGOLA E LA GIRAFFA
Percorsi scientifici
alla ricerca delle cause
di Marco Verdone

IN una fredda mattina d’inverno un uomo camminava con passo risoluto su di un marciapiede per andare al lavoro. 
Tirava un forte vento e le previsioni non davano al momento nessun miglioramento. Stava attraversando un vecchio quartiere fatto di case basse e non particolarmente belle. Erano abitazioni popolari, sovraffollate e piene di bambini che quando non pioveva venivano spediti a giocare sulla strada. L’uomo conosceva bene il tragitto e ormai non faceva più caso alla variegata esposizione di panni stesi ad asciugare fuori dalle finestre né alle gocce d’acqua che più di una volta gli erano colate in testa da quegli indumenti. Assorto nei suoi pensieri svoltò un angolo e dopo pochi metri sentì un forte dolore alla testa ritrovandosi in un batter d’occhio a terra, sanguinante e mezzo morto. (Continua QUI a leggere il racconto in pdf

Per un ambiente salubre e pulito in Italia / Associazione Medici per l’Ambiente ISDE Italia

Una riflessione complessa e un programma d’azione proposti dall’Associazione Medici per l’Ambiente ISDE Italia.
Leggi e scarica QUI il documento